Bulgari Serpenti: dall’antichità ad oggi

29 Mag

La magia e il fascino delle iconiche linee della Maison, serpenti e Bulgari-Bulgari, illuminano di bellezza la collezione di accessiri dell’autunno/inverno 2015.
I serpenti sono gli abitatori del mondo sotterraneo. Vivono nelle viscere della terra e ne conoscono i segreti. Sono i detentori del veleno e quindi l’antitesi degli dei celesti che detengono l’ambrosia, l’elisir di immortalità. Ammaliatore e magico, il rettile che indusse Eva in tentazione decora la linea Serpenti di Bulgari, irradiando su di essa un’allure alchemica e di avvolgente fascino che sembra affondare le sue radici nell’alba dei tempi. L’ispirazione viene infatti dalla mitologia greca e romana, dove l’animale era considerato un simbolo di seduzione, rappresentate di saggezza e della circolarità dell’esistenza. La sua bellezza esotica ha attraversato i secoli e ha adornato indimenticabili figure come quella di Cleopatra o di Elisabeth Taylor fino a quando, nel 1940, la Maison romana ne ha fatto rappresentazione iconica della linea Serpenti, una delle firme più riconoscibili di Bulgari, giunta fino ad oggi, più moderna e vitale che mai. Per l’autunno/inverno 2015, l’ispirazione è venuta direttamente dal mondo delle gemme coi suoi incantevoli colori, come la nuance oceano turchese, che combina l’azzurro del cielo diurno con il verde di una pietra oceanica.

bulgari

La tonalità viene dunque fatta manualmente fondere con la più vasta gamma di accessori. La collezione Serpenti Forever introduce il motivo del rettile in borse, portafogli, gioielli, sciarpe, giocando non solo coi colori ma anche coi materiali, come l’immortale vitello o l’esotico ayers. Ma lì dove il rettile trova corrispondenza non solo nel motivo ma anche nella texture che ricorda la pelle dell’animale è soprattutto nella Collezione Serpenti Scaglie, con i caratteristici manici delle sue borse. La maison guarda al futuro, con un occhio al passato, rinnovando anche la sua classica linea Bulgari-Bulgari, nata nel 1975 e ancora oggi brillante nel suo fasto attuale, identificato nel logo che adorna le borse, sigillo del valore immortale delle creazioni della Maison.