Controindicazioni e rischi della dieta duigan

18 Mag

Per perdere peso non ci rendiamo conto che a volte le cose da fare sarebbero davvero piuttosto semplici: ad esempio, riflettere un attimo di più quando facciamo la spesa al supermercato potrebbe bastare.

Controindicazioni e rischi della dieta duigan, panoramica

Effettivamente noi mediterranei siamo avvantaggiati su questo: la nostra alimentazione è da sempre presa a modello da tutto il mondo, ed anche se ultimamente le nostre abitudini sono un po’ peggiorate, vi assicuriamo che mangiamo comunque meglio di molti altri. La dieta duigan, tale è il nome del suo inventore, cerca di far perdere peso a chi la segue proponendo semplicemente di mangiare un po’ meglio. Con lo slogan “cut the c.r.a.p” questa dieta ha conquistato moltissimi: in soldoni si tratta banalmente di eliminare gli zuccheri raffinati – nemici numero uno della linea – il caffè, gli alcolici ed i cibi eccessivamente lavorati industrialmente. Sembra tutto ottimale, no? Ci saranno celati controindicazioni e rischi della dieta duigan o possiamo iniziare subito a disfarci del cibo spazzatura che abbiamo a casa? Su questo possiamo rispondervi subito: la dieta duigan ci sembra piuttosto equilibrata e priva di quegli eccessi che vanno tanto di moda ora, è tutta un’altra storia rispetto, ad esempio, al boom delle diete iperproteiche. Oltretutto eliminare cibi troppo manipolati e dare un taglio definitivo agli zuccheri raffinati è una cosa non solo in grado di aumentare il benessere delle persone sane, ma sicuramente anche qualcosa di consigliabile a chi una salute proprio perfetta non ce l’ha.

Tutto sommato, un approccio ragionevole

Appurato con serenità che controindicazioni e rischi della dieta duigan in pratica non esistono, analizziamo un po’ più da vicino alcuni punti essenziali di questo approccio alimentare. Ad esempio, l’alcool: eliminarlo completamente è di sicuro un’ottima idea, ma se proprio non volessimo rinunciarvi del tutto? Il nostro consiglio è quello di fare un piccolo sforzo in fase di attacco – almeno un paio di settimane – e successivamente limitarsi a bere qualche bicchiere di vino, o un cocktail leggero, il fine settimana, quando la socialità lo richiede. Ed il caffè? Ecco, questo è un punto della dieta duigan che spesso rimane oscuro a molti. Negli Stati Uniti, dove nasce questa dieta, spesso le persone assumono moltissima caffeina, sia per il fatto che lì il caffè è bevuto molto “lungo” sia perchè spesso si eccede con le bevande gassate che contengono questo tipo di molecola. E per noi italiani, dunque? In realtà qualche caffè al giorno stimola il metabolismo e dunque aiuta anche a perdere peso: sarebbe il caso di non andare oltre le tre tazzine al giorno, meglio ancora se zuccherate con zucchero di canna. Per chi proprio non sopporta il caffè è possibile ripiegare sul the, fonte anche di antiossidanti oltre che di caffeina. Infine, chiudiamo dandovi un ultimo consiglio. In questa dieta si consiglia di mangiare frutta con la buccia: è sicuramente un buon consiglio dal punto di vista della salute, ma suggeriamo di farlo se e solo se siete sicuri della provenienza della frutta.