Eccellenza Made in Tuscany

25 Mag

I savoir faire dei maestri artigiani di Ermanno Scervino incontra quello de I Vassalletti e celebra in maniera originale l’edizione 2015 della Design Week milanese, conclusasi lo scorso aprile. Un incontro speciale tra moda e interior design, in cui converge l’eccellenza e la qualità manifatturiera della Toscana. Per l’occasione la vetrina della boutique Scervino, sita nell’elegante spazio Gio Moretti in via della Spiga, si è trasformata e ha ospitato — per tutta la durata della Design Week — una speciale installazione targata I Vassalletti, Brand italiano che gode di prestigio assoluto per quanto concerne la realizzazione artigianale di pavimentazioni e arredi in legno; veri e propri gioielli dell’interior design contemporaneo.

Durante la Design week, la Maison Scervino ha presentato la sua nuova borsa limited edition, disponibile presso il negozio di Milano in soli sei pezzi, e una particolare cornice è stata pensata dallo stilista per dar sfoggio di questo pezzo unico della Collezione Primavera/Estate 2015: un ensamble di mattonelle firmate I Vassalletti, sabbiate e trattate con patine naturali e caratterizzate da intarsi di quercia e acciaio con una finitura di cera all’acqua. Un elemento d’arredo che ricorda un’opera d’arte in cui il genio creativo sembra essere “imprigionato” tra le venature del legno; un capolavoro artigianale che diventa una perfetta scenografia per la nuova borsa dello stilista toscano. Una borsa cesto in rafia impreziosita da un sublime ricamo in ciniglia chiaramente ispirato al pattern Boreale dei nuovi pavimenti lignei de I Vassalletti.

Moda e interior design: un incontro speciale

La collaborazione tra le due maison toscane nasce dalla stessa attitudine alla sperimentazione materica e dalla comune passione per il prodotto. Un incontro non casuale, grazie al quale entrambi hanno dato sfoggio — ancora una volta — dell’eccellenza del Made In Tuscany nell’ambito della moda e del design. La tradizione artigianale della Toscana è così declinata nella sua forma più sublime: il desiderio di guardare al futuro non può prescindere dalle solide basi del passato che viene di volta in volta interpretato seguendo le specifiche esigenze della contemporaneità. L’innovazione è in perfetto equilibrio con la tradizione e ciò permette la creazione di veri e proprio capolavori manifatturieri. L’incontro tra eccellenze appartenenti a due mondi diversi, ma non per questo antartici, dà vita a un’esperienza senza precedenti che nel caso di Ermanno Scervino e I Vassalletti  ha avuto luogo nella splendida cornice del quadrilatero della moda milanese e ha permesso al pubblico di godere di questa fusione da una posizione privilegiata.