Fotografo matrimonio: gli scatti all’aperto

26 Feb

Quando si vuole effettuare un servizio fotografico per il matrimonio bisogna tenere in considerazione l’opportunità di scegliere uno spazio aperto. Spazio aperto significa più opportunità di posa, maggiore libertà di movimento, uno sfondo che interagisce con i soggetti delle foto. Usare lo spazio aperto come sfondo significa anche assicurarsi un panorama di tutto riguarda, che può ammorbidire gli oggetti e i soggetti in primo piano, raccontando una storia. Ancora una volta, quando si cerca di fotografare una coppia, bisogna saper cogliere lo spirito dei protagonisti, renderli spontanei e naturali, per questo motivo l’ambientazione su uno spazio aperto non può essere statica, non può lasciarsi irretire dallo scenario. “La cosa migliore da fare” dice un fotografo, che spesso utilizza Piazza Duomo a Milano, come sfondo per le foto di matrimonio, “è variare l’angolo, muoversi come fa un regista con l’inquadratura, in modo che lo sfondo aperto partecipi col suo carico di significati e immagini alla definizione della scena. Le linee sulle quali scorrono i protagonisti si differenziano, dando loro nuova vita. L’aspetto più importante di scegliere uno spazio aperto come una grande piazza è quello di concedere molta libertà agli sposi, perché interagiscano tra di loro e non siano troppo rigidi. Così si instaura un po’ di spontaneità e il servizio fotografico viene fuori in modo molto naturale”.

Un fotografo sa come riprendere gli sposi in modo naturale

Spesso le coppie tendono a vedersi in pose precostituite, come un abbraccio o un bacio appena accennato, ma nelle foto di coppia per il matrimonio, niente funziona meglio che un abbraccio accennato o l’inizio di un bacio. La scena più romantica è quella dove la sposa tiene per braccio lo sposo, ma non come se fossero all’altare o sulle scale di una chiesa, pensiamo più a una scena in movimento, come se lei l’avesse appena abbracciato e lui stesse per rispondere a questo gesto. Lo stesso vale per il bacio. Se c’è un tramonto in sottofondo è bene scattare la foto in un’area che sta ricevendo la luce fioca, ad aggiungere la sfumatura romantica che non guasta mai. Ci dice un fotografo esperto in servizi fotografici per i matrimoni: “il mio equipaggiamento è semplice. la mia Canon 5D Mark II digitale, impostando i tempi di posa a 1/625 secondi, in questo modo posso ottenere gli effetti di partecipazione e movimento che desidero, congelando all’istante il momento dell’abbraccio”. Le foto romantiche escono perfetto anche quando l’ambientazione urbana viene messa al centro della scena. A Milano il quartiere Brera, con le sue viuzze caratteristiche rimane molto scenografico, ma lo stesso si può dire di tanti centri storici nel nostro paese.

Servizio fotografico che va a nozze!

Il servizio fotografico per il matrimonio dev’essere originale. Le foto sono quasi sempre le stesse: coppie ingessate nell’abito da cerimonia, in stanze troppo addobbate, con pochissimo spazio per lasciare luogo all’intraprendenza. Se la coppia è giovane sos può tentare l’azzardo di fotografare all’aperto in giornate particolari, come quelle caratterizzate da pioggia o vento. Gli elementi naturali concorrono a prestare movimento, azione, inoltre può essere tema di divertimento e di rottura delle regole. La coppia si potrebbe esprimere molto più naturalmente, giocare, muoversi e inscenare delle pose che nelle solite location non potrebbero mai avvenire. La chiave di tutto, quando si è fotografi per un matrimonio, saper cogliere con ironia e occhio nuovo ogni singolo momento, tirando fuori dalla coppia il meglio di sé, portandola in contesti non abitudinari, in modo da sorprenderla e creare spontaneità e complicità.