Il successo intramontabile di Calligaris

10 Giu

La Calligaris nasce nel lontano 1923 e la sua produzione inizia esattamente con la creazione della Marocca, la prima sedia progettata e diventata un caso di fama dell’azienda. Dapprima Antonio Calligaris è proprietario solo di un piccolo laboratorio artigianale in cui si dedica alla realizzazione di sedie, per la maggior parte, ma a partire dai primi anni ’30 l’attività cambia appena passa nelle mani del figlio, Romeo Calligaris.

La Calligaris e il rispetto per l’ambiente

L’azienda ha anche ottenuto il certificato del Forest Stewardship Council, per l’attenzione dimostrata verso l’ambiente, per l’uso razionale delle materie prime, per l’attenzione al riciclo dei materiali di scarto, all’inquinamento e agli inutili consumi. Infatti la certificazione FSC attesta proprio che il legno usato non provenga da foreste vergini o da aree protette, ma da zone forestali dove è consentito prelevare il legno. L’azienda inoltre nel corso degli anni ha ricevuto ben altri undici riconoscimenti diversi, dal 2003 ad oggi, che ne attestano l’elevata qualità: diversi premi Top Ten, premio Hit Guide, Young&Design, i.Dot, IFFT, premio Interiors Trend e premio Best Design.

I mobili Calligaris, icona di design

La produzione della Calligaris si è diffusa e ingrandita pian piano fino a differenziarsi e creare quattro imprese. Due di queste quattro aziende che oggi formano il gruppo detengono il mercato estero: la Calligaris Usa è impegnata sul territorio nord-americano, mentre la Calligaris Japan è invece specializzata in oriente. Le altre due aziende del gruppo si occupano invece della produzione: la Calligaris d.o.o. fornisce le materie prime e si interessa del processo produttivo vero e proprio, la Calligaris S.p.A. invece rappresenta la mente e il cuore dell’azienda perché è qui che vengono ideati e creati i progetti dei prodotti che le altre andranno a realizzare e distribuire in tutto il mondo. È dalla sede di Manzano, in nord Italia, quindi che prende il via tutto il processo.

L’azienda si caratterizza rispetto alle altre per la sua originale proposta d’arredo: tre macro stili di arredi che vanno a esaudire i desideri e le esigenze più diverse della clientela. Ciò che da sempre la Calligaris desidera realizzare è un prodotto innovativo che attiri l’attenzione, che riesca facilmente a entrare e adattarsi nelle case di tutti i clienti e che sia personalizzabile a seconda dei gusti di ognuno.

I tipi di stile propri dei mobili Calligaris sono il trendy home, il traditional home e il contemporary home e all’interno di ognuno la produzione è ricca e annovera una vasta scelta di prodotti tra sedie, sgabelli, tavoli, divani, letti oltre agli arredi per l’ufficio e a complementi vari. Tutti questi prodotti offrono la possibilità di soluzioni d’arredo sempre all’avanguardia e alla moda. Proprio perché produttrice di diversi elementi d’arredo, la Calligaris vanta un catalogo che spazia tra una vasta gamma di prodotti.

Costantemente vengono sviluppati e realizzati nuovi progetti, ognuno diverso per funzionalità e comodità, e sempre modellati sulle esigenze dei singoli. Attualmente l’azienda esporta in novanta paesi in tutto il mondo ed è uno dei simboli della qualità del made in Italy all’estero. Naturalmente Calligaris porta alta la bandiera nazionale all’estero, anche per quanto riguarda il design: gli oltre ottocento modelli presenti nel suo campionario vantano oltre settemila varianti possibili, tutte realizzate in materiali, colori e linee personalizzabili. Alcuni dei più grandi designer hanno lavorato e collaborano tutt’oggi insieme all’azienda alla realizzazione di sedie, tavoli e arredi. E tra questi ricordiamo Stefano Cavazzana, Bertoli e Pajetta, Kazuyo Comoda, Lucci e Orlandini, Astolfi e Mian, Ruffini e Quinto, Emilio Nanni e Mauro Fadel.