San Teodoro: spiagge e divertimento

14 Gen

Nell’immaginario collettivo la Sardegna è mare dal fondo cristallino, spiagge bianche e farinose, immersioni in fondali incontaminati che restituiscono un’idea di viaggio sincera, verace, selvaggia. Non a caso si dice che la Sardegna sia un micro-continente, in quanto contiene, seppure in piccolo, diversi ambienti che possono soddisfare sia chi è in cerca di relax, sia chi vuole provare il gusto dell’avventura. Aree deserte, speroni rocciosi, coste frastagliate, calette tranquille, lunghe spiagge dai cavalloni alti, ideali per fare surf.

La perla del Nord-Est Sardegna: San Teodoro

Tra le tante località della Sardegna nord-orientale, contrassegnata da una zona fin troppo notoria come la Costa Smeralda, brilla il gioiello di San Teodoro, nella bassa Gallura, a mezzora di auto da Olbia. Il paese ogni anno è meta di decine di migliaia di turisti ogni settimana, che la popolano, animandola fino a notte fonda. Tipico nel suo sviluppo urbanistico dal sapore mediterraneo, San Teodoro si riconosce per due motivi fondamentali: la presenza di spiagge e calette scenografiche e la grande disponibilità di locali per il divertimento. Non è un caso che sia la meta preferita di tanti giovani provenienti da tutta Italia e dall’estero.

L’ideale sistemazione a San Teodoro è duplice. I proprietari di case della Sardegna hanno capito da trenta anni che il business delle seconde case, offre possibilità di affitto estremamente lucrose. Se si è in tanti e si ha voglia di affittare una casa, il paese non deluderà. La vicinanza al mare delle stesse rende ogni discorso sulla praticabilità e la convenienza assai superfluo.

In Hotel a San Teodoro

In hotel a San Teodoro in strutture di alto valore come l’hotel Sandalyon. Questa scelta è particolarmente azzeccata per chi vuole godersi una vacanza a tutto tondo e non intende sprecare tempo a pulire, preparare pasti, rifare la camera. Completamente assistiti da un servizio di qualità, ci si può godere le giornate assolate andando in spiaggia.

La spiaggia della Cinta

La forma arcuata dà il nome alla spiaggia della Cinta, probabilmente uno degli arenili più spettacolari e più grandi del mar Tirreno. Il mare basso per diversi metri oltre la linea del bagnasciuga ne fa una meta preferita per le famiglie e per i giovani che possono divertirsi, senza disturbare in spiaggia. Il panorama spettacolare è dominato dall’isola di Tavolara, situata a nord, dietro un’ampia baia che porta alle spiagge di Porto Taverna, Costa Corallina e Porto San Paolo, da visitare se si è arrivati in auto. Lo stagno alle spalle aggiunge un tocco di selvaggio praticamente unico.

Un’altra spiaggia spettacolare è quella di Cala Brandinchi, che si trova a Porto Coda Cavallo, non lontano dall’abitato di San Teodoro. Il colore del mare giustifica la deviazione. Sempre in un ipotetico itinerario intorno a San Teodoro è Lu Impostu, forse il gioiello di tutta la costa teodorina. La vista su Tavolara e Molara regala sensazioni particolare, è di facile accesso e si trova parcheggio negli ampi spazi adibiti all’uso. Una spiaggia particolarmente frequentata è L’Isuledda: il consiglio è di recarsi fin da presto. Ricordate che in Sardegna, a differenza di altri posti nella penisola italiana, gli stabilimenti balneari occupano poche frazioni di spiaggia. Le concessioni vengono date col contagocce per preservare l’ambiente e le preziose sabbie create in millenni di erosione; motivo per cui è necessario andare presto per trovare un posto dove piantare il proprio ombrellone o il telo da mare. Le spiagge nonostante l’afflusso di turisti sono molto pulite e consentono di trascorrere una vacanza a cinque stelle.

Per saperne di più:
La guida di Tripadvisor sulle spiagge di San Teodoro e le attrazioni presenti nel comune.

Hotel Sandalyon
Via del Tirreno, 81
08020, San Teodoro (OT)
Telefono: +39 0784 865753