Semplicità e dinamismo

27 Giu

Luce, sensualità e colore conferiscono personalità rigore e classe. Un accento unico si posa sui dettagli e li rende essenziali.

Semplicità e originalità. Swarovski e pietre dure. Luci e ombre. Animaliter e tessuti monocromatici. Pizzo e seta. Il giorno e la notte sono un po’ come i sandali e gli stivali. Si può essere stravaganti di giorno e sobrie di sera. Ci piace andare controcorrente. Lo facciamo con consapevolezza. Le linee e le geometrie si mixano all’animaliter sulla passerella di Lous Vuitton. Il debutto di Nicolas Ghesquiere come direttore creativo della Maison ha atteso tutte le aspettative. Il designer ha dato vita a una collezione in cui ogni pezzo ha dei dettagli unici. Gli anni Sessanta e Settanta lasciano la loro impronta su ogni capo e la silhouette è molto grafica. I colori principali attorno a cui ruota la Collezione sono essenziali: nero, bianco e rosso. E per la Stagione Estiva anche il marrone è un vero trend. Dal marron gracé al cammello, dal terra bruciata all’arancio. L’accostamento più immediato, delicato e chic è con il verde bottiglia. I mini dress vanno indossati con gli stivali. Non importa che siano alti fino al ginocchio, biker boots o provocanti cuissards. Per i pantaloni o i crop pants ci sono i sandali, da preferire con delicati cinturini che accompagnano la caviglia. Ciò che lega i diversi tipi di calzature è il tacco. Più è alto, meglio è. No alle mezze misure. L’alternativa sono i sandali flat, raso terra. I gioielli devono illuminare  il viso. Pietre scintillanti, trasparenti e colorate rendono gli accessori divertenti e particolari. Le borse sono da preferirsi mini. Così possiamo portare con noi solo lo stretto necessario. No al superfluo, nella moda, nelle relazioni, nella vita.