Yoga: benessere per il corpo e la mente

7 Set

Diversamente da altre discipline sportive, lo yoga oggi è considerato più una vocazione e un credo che una vera e propria materia di studio, ecco perché il percorso che bisogna fare per diventare insegnanti di yoga non può che comprendere tanta pratica, ma anche dedizione e passione.

Come si diventa insegnante di yoga?

Diventare insegnanti di yoga non è uno scherzo: se chi si avvicina a questa disciplina per la prima volta e chi la pratica quotidianamente parla spesso e volentieri di sacrifici, di passione ma anche di tanta formazione, è naturale pensare che chi abbia voglia di dedicare completamente all’arte dello yoga la propria carriera professionale, non troverà proprio la strada spianata. Intraprendere il complesso percorso per poter diventare insegnanti di yoga significa lavorare sul proprio corpo e sul proprio io: da una parte, infatti, bisogna approcciarsi alla pratica dello yoga, dall’altra bisogna essere capaci di comunicare ad altri la propria esperienza e il proprio sapere, cosa non da tutti. Proprio come non è da tutti diventare insegnanti di scuola, di ogni livello, così non tutti sono interessati a insegnare yoga: a volte si parla di vera e propria vocazione, perché tutto parte dal proprio corpo e dal proprio spirito. Infatti, a guidare il futuro insegnante nella scelta del corso o dell’istruttore qualificato è il proprio stato di coscienza che lo dovrebbe condurre a scegliere l’insegnante che sente più vicino al proprio io. Questa comprensione del sé può avvenire solo con tanta pratica e per questo, in genere, un corso di formazione per diventare insegnanti di yoga non può durare meno di tre anni: è vero che oggi si trovano diversi corsi e workshop o laboratori di yoga che promettono di formare in poco tempo gli insegnati di yoga di domani, ma bisogna saper scegliere e ponderare bene l’offerta formativa proposta da ogni centro yoga o pseudo tale.

Vale la pena seguire i corsi per diventare insegnanti yoga?

I corsi che formano gli insegnanti di yoga sono tantissimi oggi: basta digitare poche parole sul motore di ricerca per non sapere più come raccapezzarsi tra le migliaia di siti web che promettono di far diventare chiunque, in un lasso di tempo davvero esiguo, il migliore insegnante di yoga di sempre. Ecco perché bisogna diffidare da chi promette in un mese di farvi diventare insegnanti di yoga, o dal corso poco costoso e senza esami da sostenere. Se l’offerta ormai è diventata davvero enorme e varia, è perché ancora nessun regolamento europeo è nato a disciplinare i corsi di formazione in questo ambito, che a tutt’oggi è rimasto un po’ di nicchia e particolare. Quindi, sono necessari davvero tanti anni di pratica e di ricerca per poter diventare insegnanti di yoga a tutti gli effetti: la pratica, per esempio, è quella che va fatta su se stessi perché la si intende come un continuo e costante lavoro su di sé, e si è chiamati anche a sperimentare nuove sensazioni e aspetti della vita inconsueti. Secondo lo yoga, bisogna sempre rimanere fedeli a se stessi, il che rappresenta l’elemento principale per esercitare una buona pratica. Non esistendo, però, né corsi né parametri ufficialmente stabiliti, sembra che tutti possano diventare insegnanti yoga anche senza frequentare scuole, ma non è così: nel nostro paese, ci sono organizzazioni nazionali ed enti riconosciuti dal CONI che, di concerto con il Ministero della Pubblica Istruzione, hanno firmato un protocollo d’intesa per chiedere l’introduzione della disciplina nelle scuole pubbliche e privato.